Il viaggio per mare

Il viaggio

per mare

Agenzia per il trasporto marittimo costiero di linea

Tel: + 385 (0)21 329 370

Fax: + 385 (0)21 329 379

E-mail: info@agencija-zolpp.hr

Web: www.agencija-zolpp.hr

 

 

 

Linee internazionali di traghetti

Zadar – Ancona (Jadrolinija - www.jadrolinija.hr)

Split – Stari Grad – Ancona (SNAV - www.snav.it)

Split – Stari Grad – Ancona (Jadrolinija - www.jadrolinija.hr)

Dubrovnik – Bari (Jadrolinija - www.jadrolinija.hr)

 

Oltre alle linee di traghetti, tra la Croazia e l’Italia esistono anche le linee di aliscafi.

 

 

Jadrolinija

È la principale compagnia marittima croata per il trasporto di passeggeri, con il maggior numero di collegamenti locali, nazionali e internazionali con traghetti, navi passeggeri, aliscafi ecc. La sede della compagnia è a Fiume.

Web: www.jadrolinija.hr

 

 

Compagnie che partecipano nella gestione di linee statali di traghetti, aliscafi e navi passeggeri nella Repubblica di Croazia:


 

 

Associazioni armatori navi turistiche

 

Associazione croata armatori privati

 

 

Associazione croata armatori:

  • Associazione croata armatori e costruttori navali “Adria”
  • Coordinamento delle associazioni di armatori, di costruttori navali, dei pescatori e dei marinai a Dubrovnik
  • Associazione piccoli armatori dell’Adriatico settentrionale

 

Porti aperti al traffico internazionale per l’ingresso di navi passeggeri straniere e unità da diporto in cui è possibile espletare le formalità doganali.

 

  • Permanenti: Umag, Poreč, Rovinj, Pula, Raša/Bršica, Rijeka, Mali Lošinj, Zadar, Šibenik, Split, Ploče, Korčula, Ubli, Cavtat e Dubrovnik.
  • Stagionali (aperti solo durante la stagione estiva): ACI Marina Umag, Novigrad, Sali, Božava, Primošten, Hvar, Stari Grad (Hvar), Vis, Komiža, Cavtat, Vela Luka (stagione estiva dal 1° aprile al 31 ottobre).

 

NAVIGARE NELLA  REPUBBLICA DI CROAZIA

 

Il comandante dell’unità da diporto che entra nelle acque territoriali croate via mare deve sottoporsi a controllo doganale, vidimare, presso la capitaneria di porto o un suo ufficio marittimo locale, la lista dell’equipaggio e dei passeggeri che si trovano a bordo, pagare le tasse previste per la sicurezza della navigazione e la tutela ambientale, pagare la tassa di soggiorno e registrare il soggiorno dei cittadini stranieri a bordo dell’unità, conformemente alla normativa in vigore.

Il comandante dell’imbarcazione, che è giunta in Croazia via terra o che si trova ormeggiata in porto e in altro luogo della Repubblica di Croazia in cui ciò è consentito, deve, prima dell’inizio della navigazione, pagare le tasse previste per la sicurezza della navigazione e la tutela ambientale, pagare la tassa di soggiorno e registrare il soggiorno dei cittadini stranieri a bordo dell’unità, conformemente alla normativa in vigore.

Dal 1° gennaio 2014 le unità straniere, ma anche quelle battenti bandiera croata, sono tenute al pagamento di una tassa per la sicurezza della navigazione e per la tutela ambientale. L’entità della tassa dipende dalla lunghezza dell’unità e dalla potenza del motore e si paga per l’anno solare in corso, indipendentemente del periodo di navigazione nelle acque territoriali e interne della Repubblica di Croazia.

 

 

 

Tassa di soggiorno

 

Sono tenuti al pagamento dell’importo forfettario della tassa di soggiorno i proprietari o gli utenti dell’unità (diportisti) e tutte le persone che pernottano a bordo di unità da diporto di lunghezza superiore ai 5 metri, e che viene usato per la vacanza, ricreazione o diporto.

La tassa di soggiorno deve essere pagata, prima di salpare, negli uffici della Capitaneria di Porto o le loro filiali, in una somma forfettaria e per periodi di 8, 15, 30, 90 giorni o un anno.