Manita peć

Manita peć

Vi state chiedendo se esista un posto dove, nell’arco della stessa giornata, ci si possa arrampicare sulle pareti rocciose per osservare il mondo dall’alto e, subito dopo, ci si possa calare nel ventre della terra per ammirare il mondo ipogeo? Ebbene sì: un posto del genere esiste, si trova in Croazia ed è il canyon della Velika Paklenica. Tutti, persino gli uccellini appollaiati sui rami, sanno che questo canyon è diventato la Mecca degli arrampicatori di tutto il mondo, un luogo che ogni anno viene visitato da migliaia di appassionati desiderosi di “conquistare” le sue pareti; i pipistrelli, invece, sono a conoscenza di un altro segreto: qua sotto c’è il loro Eldorado ed il loro mondo nascosto.

 

La grotta Manita peć si trova nel cuore del Parco naturale Paklenica ed è l’unica cavità speleologica nell’area del parco ad essere fruibile da tutti coloro che desiderano vivere l’ebbrezza delle profondità del sottosuolo. Questa grotta offre agli occhi del visitatore tutta l’armonia dei suoi ampi spazi e la bellezza delle sue concrezioni fin dal 1937, anno in cui fu realizzato il primo camminamento. L’imboccatura d’ingresso si trova a 570 metri sul livello del mare, mentre la salita che va dal parcheggio del parco all’ingresso della grotta dura circa un’ora e mezza. Come tutte le altre grotte carsiche, anche la Manita peć abbonda di concrezioni speleologiche che si differenziano l’una dall’altra per forma e origine. Le forme più frequenti sono le stalattiti, le stalagmiti, le colonne (o pilastri) ed i pisoliti (o perle di grotta), mentre alcune di esse hanno ricevuto il nome dell’oggetto o del personaggio che evocano. Se aguzzate la vista e accendete la fantasia, potrete vedere il casco, l’ organo e la strega.

 

La grotta Manita peć si distingue dalle altre anche per la ricchezza della sua fauna, riuscita ad adattarsi alle specifiche condizioni del mondo buio e silenzioso del sottosuolo. A fare gli onori di casa in questa grotta ci penseranno gli innocui e sensibilissimi pipistrelli. La grotta è diventata anche la casa di un buon numero di animaletti appartenenti alla fauna cavernicola, così piccoli che si stenta a vederli ad occhio nudo. Una volta che si sono adattati a vivere nell’ambiente ipogeo, è difficile che possano sopravvivere al di fuori di esso. Sono tutti caratterizzati dalla mancanza di pigmento epiteliale e dall’assenza degli organi della vista, la cui funzione è sopperita dagli altri sensi, molto più sviluppati del solito.

 

Se decidete di visitare la Manita peć, sul sito del Parco nazionale Paklenica troverete tutte le informazioni sugli orari delle visite e sul modo di raggiungere il sito. Ogni visita al mondo ipogeo del parco ha carattere didattico, dura 30 minuti e si svolge sempre con l’accompagnamento di una guida esperta. E siccome all’interno della grotta la temperatura durante tutto l’anno s’aggira intorno ai 9° C, vi consigliamo di indossare indumenti sufficientemente caldi anche durante l’estate.

 

Nelle profondità della Manita peć scoprirete tutti i segreti del sottosuolo!

 

Dati di contatto:

Ente pubblico Parco nazionale Paklenica

Dr. Franje Tuđmana 14a

HR - 23244 Starigrad-Paklenica

Tel.: +385 23 369 155, +385 23 369 202

np-paklenica@paklenica.hr

www.np-paklenica.hr