Scoprite i segreti più gustosi dell’Istria e del Quarnaro

Scoprite i segreti più gustosi dell’Istria e del Quarnaro

Da baia a baia: l’Alto Adriatico è la patria di alcuni vitigni davvero speciali

Durante il vostro peregrinare per l’Adriatico alla ricerca del “Sacro Graal” dell’enologia adriatica, non fatevi sfuggire l’occasione di gettare l’àncora in una delle calette dell’isola di Krk. L’insolita morfologia di quest’isola ed il suo clima tipicamente mediterraneo hanno favorito lo sviluppo delle classiche culture dell’olivo e della vite, ma anche l’allevamento di un’eccellente carne d’agnello, la pesca e tutto ciò che la vita sull’isola solitamente offre.

 

L’alta qualità dell’olio d’oliva e del formaggio isolani è in parte oscurata da “sua maestà” vrbnička žlahtina, un vitigno che cresce esclusivamente sull’isola di Veglia. Sebbene il suo colore non sia quel giallo oro tipico delle insegne reali, alla radice del suo nome žlahtina si nasconde l’attributo “nobile”. Il suo colore delicato, il suo gusto vivace e la sua eleganza sono i veri attributi di questo vino unico, per gustare il quale tanti “pellegrini” ritornano ogni anno a Vrbnik, località che è interessante visitare sia provenendo dal mare, sia raggiungendola via terra dopo aver ormeggiato la propria barca nel vicino marina di Punat.

 

Nei pressi dell’isola di Veglia (Krk), nel punto più settentrionale dell’Alto Adriatico, troviamo una penisola che è un vero e proprio melting pot d’influenze culturali: l’Istria. L’ospitalità ed il desiderio di offrire ai visitatori, in special modo ai diportisti, il meglio del meglio sono peculiarità di questa gente diventate proverbiali. La possibilità di navigare lungo la costa istriana, sbirciando qua e là nel suo affascinante entroterra, è un’esperienza ideale per quei diportisti irrequieti, animati dallo spirito dell’avventura, mentre chi desideri un po’ di quiete la troverà nei tanti marina sparsi lungo la costa istriana. 

 

L’Istria bianca, grigia e rossa sono altrettante regioni di questa che è la maggior penisola dell’Adriatico; colori che variano in base alla composizione del suolo, che è il maggior responsabile del bouquet dei vini istriani. 

Ivo Biočina

L’Istria rossa è anche quella con più vigneti, e sebbene negli ultimi tempi si siano messi a dimora anche vitigni internazionali, ciò che vi consigliamo di provare sono la malvasia istriana ed il muškat tra i bianchi ed il teran (terrano) ed il borgonja (Borgogna o gamay) tra i vini rossi.

E mentre la malvasia conquista col suo fresco aroma e col suo colore giallo oro, il teran è così scuro che difficilmente potrete vedere attraverso il bicchiere ed il suo colore rosso rubino; in compenso saprà conquistarvi con l’aroma ed il gusto che sanno di frutta. La cosa più bella dell’Istria, proprio grazie a questi tre terroir, è la ricchezza di dettagli che si manifesta nei sapori di ogni microregione. 

 

L’Istria occidentale, attorno a Poreč e Umag, vanta una tradizione vitivinicola secolare con una delle migliori malvasie e talvolta anche qualche vino con predicato. Se siete in cerca di qualcosa di esclusivo, fermatevi ai vini da dessert istriani fatti con l’uva dei vitigni muškatborgonja e malvasia. I

Ivo Biočina

In qualsiasi marina abbiate ormeggiato la vostra barca, non importa se a Umag, Vrsar, Rovinj, Pula o Pomer, tutte le strade vi porteranno all’Istria interna, in particolare alle aree rurali dei territori di Motovun, borgo noto per il suo festival cinematografico ed i tartufi, e di Grožnjan, dove gli artisti la fanno da padrone per le strette viuzze del centro.

Ivo Biočina
Tra le cose che rendono unica la navigazione per questo tratto di mare, sottolineiamo la possibilità di arricchire, meglio che in qualsiasi altro luogo dell’Adriatico, il proprio soggiorno in mare con un’esperienza vissuta sulla terraferma: per fare ciò dovrete concedervi almeno una notte in uno dei lussuosi hotel - cantina (winery hotel) istriani, dove sul vostro tavolo, senza dovervi più muovere, si succederanno in sequenza i colori, gli aromi ed i magnifici sapori del meglio dell’offerta enogastronomica istriana.