Dalmazia - Zara – l'epicentro della vita attiva

Dalmazia - Zara – l'epicentro della vita attiva

Quando parliamo di una vita sana e attiva, è noto che camminare vigorosamente in maniera regolare ha un effetto benefico sul prolungamento della vita e la prevenzione di numerose malattie.


La regione Dalmazia-Zara (Zadar), con la città di Zara come centro, noto per il suo patrimonio storico-culturale, ma anche per le opere di architettura moderna come il celebre Organo marino e il Saluto al Sole, è facilmente raggiungibile via terraferma, mare e in aereo, con la terra fertile nel ricco hinterland, le riviere di Nona (Nin) e Zaravecchia (Biograd na Moru) e un arcipelago frastagliato, che è un ambiente naturale ideale come per i programmi più semplici, così pure per quelli più complessi di salute attiva.

 

Tra le destinazioni più popolari sono senza dubbio i parchi nazionali Paklenica e il Velebit settentrionale, nonché il fiume Zrmanja. 
Il parco nazionale Paklenica, i cui simboli riconoscibili sono i canyon della Velika e Mala Paklenica, intagliati verticalmente nelle pendici meridionali della montagna Velebit, inserita nel 1978 nella rete delle riserve internazionali della biosfera dell'UNESCO, è percorso da una serie di piste educative e per il trekking, nonché adatto per varie forme di turismo attivo e d'avventura. Paklenica è un centro dell'arrampicata europeo le cui rocce si innalzano in alcuni punti per più di 400 metri. La via d'arrampicata dispone di quasi 400 percorsi di diversi livelli di difficoltà e lunghezza, mentre la stagione dell'arrampicata dura dall'inizio della primavera fino al tardo autunno.

Zrmanja
Aleksandar Gospić
Zrmanja

Gli amanti di attività adrenaliniche potranno fare rafting lungo le cascate e le rapide dell'impressionante canyon del fiume Zrmanja, formatosi in seguito all'azione di erosione svolta per migliaia di anni dal corso d'acqua nella dura superficie di carbonato.

Gli amanti delle camminate hanno a disposizione 150 chilometri di sentieri alpinistici, mentre quelli su due ruote possono godere di un giro sulla più grande rete di strade ciclabili in Croazia. Ben 96 rotte ciclistiche standardizzate e classificate di lunghezza complessiva di 3.200 chilometri conquisteranno tutti con le loro straordinarie esperienze visive in cui si fondono le montagne e il mare.


L'alpinismo, il trekking, il rafting, il kayaking, le spedizioni speleologiche, l'immersione subacquea, l'osservazione degli uccelli, il ciclismo, il turismo venatorio e di pesca, il paddle-surf, il kiting, il kitesurfing e il windsurfing sono soltanto una parte della ricca offerta di questa regione. E quando si parla di trekking, la gara Škraping Tkon sull'isola di Pašman è diventata una competizione internazionale di grande attrattiva, adatta a tutte le età, sulle aguzze rocce isolane.

 

L'arcipelago zaratino, che conta più di 200 isole e isolotti, è ideale per l'immersione subacquea e la vela, soprattutto quando si considera che Zara è la porta d'uscita dal Parco nazionale delle Incoronate (Kornati). Si tratta di un labirinto impressionante di 89 isole, isolotti e scogli, l'arcipelago più frastagliato del Mediterraneo. I numerosi muri a secco delle Incoronate testimoniano della centenaria dura lotta dell'uomo con la natura per rimanere in vita su una terra brulla. Oggigiorno, questo paradiso nautico è un posto ideale in cui fuggire dallo stress e dalla realtà.

 

Il riposo e il relax dopo aver praticato diverse attività impegnative lo offrono i centri benessere degli alberghi a Zara, Zaravecchia (Biograd na Moru), Starigrad Paklenica, sull'isola di Pago (Pag) oppure a Petrčane, nelle piscine interne ed esterne, nei centri fitness e negli spazi per la ginnastica.

 

Quando parliamo della regione zaratina come destinazione di turismo di cura, bisogna menzionare Pago, l’isola caratterizzata da affascinanti paesaggi “lunari”, con la costa più frastagliata del Mare Adriatico, dove le spiagge sabbiose e ghiaiose si intrecciano con chilometri di muri a secco e antichi oliveti. 
I simboli dell'isola sono il formaggio pecorino, riconosciuto come uno dei migliori al mondo, quindi la carne di agnello, il merletto e il sale.

Otok Pag
Saša Ćetković
Pag

Sull'isola di Pago potete correre, camminare, andare in bicicletta, ma anche conoscere la potente bora che vi soffia. Questo specifico vento settentrionale solleva le minuscole particelle di acqua di mare e crea l'aerosol, che ha un effetto benefico sugli organi respiratori, procurando ai malati di asma un sollievo immediato. 
Le colline di Pago abbondano di piante medicinali autoctone, per cui già una passeggiata lungo i sentieri nella stagione della fioritura può rappresentare una naturale aromaterapia. L'acqua di mare ad alta concentrazione, prodotta da un naturale processo di evaporazione nelle saline, è adatta al trattamento di diverse malattie dermatologiche e reumatiche, mentre il fango curativo di Pago cura ormai da secoli gli abitanti dell'isola e i loro ospiti. Per questo motivo sono molti coloro che definiscono giustamente l'isola di Pago un'isola della salute.

 

Anche Nona (Nin), la storica città nella quale dal VII al X secolo regnavano i re e i vescovi, è nota fin dai tempi dell'antica Roma come destinazione ricca di fango curativo proveniente da una località nei pressi della nota Spiaggia della regina. A quei tempi Nona veniva chiamata Aeonona e vantava un foro, un anfiteatro e un viadotto. Il fango di Nona viene utilizzato ormai da decenni per il trattamento di varie condizioni, come malattie reumatiche, deformazioni della spina dorsale, problemi nel sistema locomotore, l'infertilità femminile e diverse malattie dermatologiche.

 

Zaravecchia (Biograd na Moru), in passato città in cui venivano incoronati i re croati, oggi centro turistico e nautico circondato da diversi parchi naturali e nazionali. A Zaravecchia si trova un eccellente ente specializzato per l'ortopedia, che vanta 80 anni di tradizione ed è noto per gli interventi innovativi e i programmi di fisioterapia.