Quarnaro

Quarnaro

Il Quarnaro (o Quarnero, che dir si voglia) è un felice connubio di mare, isole e monti! Nell’arco di una sola giornata potrete navigare in barca o fare un tuffo nell’Adriatico e, poco dopo, godervi il fresco dei vicini boschi dell’entroterra. In inverno da queste parti si scia con vista sul mare; soltanto qualche chilometro più in là, c’è invece chi se ne sta a mollo in una piscina d’acqua salata, tra rilassanti trattamenti di benessere e lunghe passeggiate in riva al mare.

 

Fiume (Rijeka), cuore della regione, è un importante porto dell’Adriatico, centro mercantile e marittimo di rilievo nonché luogo di cultura e di tradizioni mitteleuropee. Le vie della città sono dominate da una teoria di palazzi realizzati in stile barocco, secessione e moderno.

 

Cresce in maniera esponenziale il numero di villaggi dell’entroterra quarnerino e dell’interno delle isole che, avendo restaurato e recuperato un gran numero di vecchie case di pietra nelle zone rurali, offrono alloggio in confortevoli abitazioni con piscina, ottimo cibo autoctono, varie gite e numerose manifestazioni. Per vivere appieno la magia degli ambienti rurali, consigliamo Dobrinj (Dobrigno) e le sue frazioni. L’offerta ricettiva della zona comprende sia vecchie case di pietra ristrutturate, sia nuove case di zecca, ma realizzate in stile rustico. Comunque scegliate, non potrete che vivere secondo tradizione! Le case per le vacanze sono solitamente dotate di piscina e offrono tutto il comfort dell’ambiente di campagna. Il soggiorno nelle aree interne, da solo oppure combinato al soggiorno sull’adiacente litorale, è un’esperienza rara che altrove è difficile trovare in forma così immediata e diretta.

Kvarner
Ivo Biočina

Se siete persone dall’animo sportivo, il Quarnaro, con mille spunti per il turismo attivo, vi conquisterà. Nel Quarnaro ci sono oltre 1.300 km di sentieri ciclabili segnalati, oltre all’infinita rete di sentieri da percorrere a piedi. Tra gli sport estremi, particolarmente attraente è il windsurf, soprattutto se praticato nelle fantastiche locations di Preluka a Baška, sull’isola di Krk (Veglia). Amate gli uccelli? Ecco il birdwatching proposto dalle isole di Veglia e Cres (Cherso). L’intera area del Quarnaro è ricchissima di siti subacquei che attraggono ogni anno un numero sempre maggiore di sub provenienti da tutto il mondo. A parte le immersioni, sui rilievi con vista sul mare si pratica anche il deltaplano e il parapendio mentre, ultimamente, sono molto in voga alcuni spericolati sport praticati da chi ama i motori.

 

Il caldo si fa soffocante, sulle isole del Quarnaro e, soprattutto, nel loro entroterra? In cerca di un po’ di fresco, gambe in spalla e tutti in montagna! Non stiamo a raccontarvi i piaceri che vi attenderanno nel Parco nazionale Risnjak e nel Parco naturale Učka (Monte Maggiore). La colonna portante dell’offerta turistica di questa regione è oggi rappresentata dalla produzione agricola secondo tradizione, dall’agricoltura biologica e da una serie di antiche case di pietra perfettamente restaurate. Castagne, asparagi, ciliege e acquavite al miele e al vischio: ecco alcuni protagonisti dell’offerta enogastronomica che consigliamo di provare a chi si trovi a visitare l’Učka e i paesini nei suoi dintorni.

 

Eccoci arrivati al Gorski kotar! Le bellezze naturali del Risnjak vi conquisteranno: a parte la lince, ris in croato (animale che dà il nome al monte e al parco), il parco nazionale è l’habitat naturale di altre due belve europee: l’orso bruno e il lupo. Il parco nazionale vanta un patrimonio boschivo fuori dal comune, specie floreali endemiche e in via d’estinzione e ricchi prati pullulanti di vita sia vegetale, sia animale. Una volta qui, vi consigliamo d’imboccare uno dei tanti itinerari didattici in mezzo alla natura. Tra essi ricordiamo il Sentiero dei predatori (il lupo, l’orso e la lince) a Tršće e Fužine, la Via dell’orso a Brod na kupi, l’itinerario I frutti delle montagne a Ravna Gora, oltre al Passaggio del diavolo (Vražji prolaz) e al Vortice verde (Zeleni vir) a Skrad. Stanchi di camminare, scegliete uno dei tanti agriturismi per una sosta e per rifocillarvi con le tradizionali delizie tipiche della regione, che i padroni di casa saranno fieri di prepararvi. La gente del Gorski kotar basa la propria cucina sulla generosità dei suoi boschi e delle sue acque. La fanno da padrone, dunque, la selvaggina, i frutti di bosco, i pesci d’acqua dolce, le rane e le lumache. Ai piaceri del palato farà eco il piacere di alloggiare in una delle tradizionali case di montagna, restaurate per il comfort dei turisti. Un piacere che non si potrebbe dire completo se, durante il vostro viaggio per le meraviglie del Gorski kotar, non avrete sfruttato l’occasione di scendere per le acque dei fiumi Kupa e Dobra praticando il kayaking o il rafting. Il calore dei ridenti paesini del Gorski kotar e dei loro abitanti vi riempirà il cuore, dandovi appuntamento al prossimo anno!

No results