Spalato

Spalato

La seconda città più grande della Croazia, come pure centro urbano, culturale e dei trasporti della Dalmazia. Si trova sulla penisola ai piedi del colle Marjan, mentre alle sue spalle e dietro la sua riva s’innalzano i monti Kozjak e Mosor. La nascita della destinazione turistica oggi sempre più famosa risale ufficialmente all’anno 300 d.C. Fu in quel periodo che l’imperatore Diocleziano iniziò a costruire il proprio palazzo, che comprende elementi della villa imperiale, città ellenistica e fortezza militare romana. Comunque, esistono scoperte archeologiche secondo le quali la storia di Spalato sarebbe molto più lunga. Il nucleo storico della città, dal 1979 sulla lista del patrimonio mondiale dell’UN ESCO, registra un numero sempre più elevato di visitatori. Nell’antica casa di Diocleziano non potrete fare a meno di notare il Peristilio, come pure la Cattedrale di San Doimo e la sua porta in legno, elaborata da Andrija Buvina. Agli appassionati di cultura a Spalato vengono offerti programmi teatrali ed esibizioni, tra cui il festival internazionale dell’opera, concerti, drammi, danza e teatro di strada. I spalatini considerano la propria città la più sportiva del mondo, e ciò grazie alle diverse manifestazioni sportive che vi si organizzano, ma anche grazie al fatto che a Spalato sono nati numerosi atleti di fama mondiale. La linea di traghetti collega la città alle isole minori dell’arcipelago. Qui si trova Šolta, isola che avrebbe ottenuto il nome dal termine greco olynthia, che significa «fico immaturo».

Zoran Jelača

Spalato ha i suoi collegamenti marini anche con l’isola di Vis (Lissa) dove si può visitare la sua Grotta Verde come pure la Grotta Azzurra sull’isolotto vicino, Biševo.