Papuk

Parco Naturale

Papuk

E’ l’immensa area boschiva di questa montagna, costituita principalmente da faggi di montagna, querce, abeti e da altri alberi d’alto fusto, a destare l’interesse dei visitatori. Imponenti sono gli alberi che abbelliscono le pendici del Papuk, in particolare quelli dei parchi delle città di Slatina, Orahovica e Našice. La parte più bella del Papuk è il parco-bosco Jankovac, una delle località più amate dai turisti dell’intera Slavonia. Qui, in una magica valle è possibile trovare limpidi ruscelli circondati da prati in fiore, fitti boschi di faggio e la cascata Jankovački slap perla di questo incantevole posto. Nello Jankovac troviamo anche l’omonimo rifugio montano, che tanti alpinisti croati considerano il più bello e confortevole tra tutti i rifugi sparsi per le montagne del Paese. Per quanto i boschi, i limpidi ruscelli e le cascate del Papuk siano belli, la vera peculiarità di questo parco è la sua natura geologica. Nel Papuk, infatti, è presente ogni tipo di roccia, da quelle risalenti al remotissimo paleozoico, sino al più recente quaternario, per non dimenticare poi le insolite rocce di origine vulcanica che, in Croazia, si possono trovare solamente qui! Per questo motivo, nei pressi della pittoresca località di Voćina, conosciuta per le sue singolari stratificazioni rocciose, è stato istituito il primo parco geologico della Croazia, quello di Rupnica. Per tale valore geologico, il Papuk è l’unico parco croato inserito nella lista dei Geoparchi europei.