Il Mediterraneo com' era una volta COSÌ BELLA, COSÌ VICINA
Ricerca
Homepage Ufficio di rappresentanza Italia Press Newsletter Zagreb – Aperto il Museo dell’arte contemporanea  
 
Zagreb – Aperto il Museo dell’arte contemporanea
Recentemente a Novi Zagreb è stato inaugurato il “Museo di arte contemporanea“ (MAC), la più grande e attuale istituzione museale in Croazia, nonché il maggiore investimento culturale mai compiuto dall'indipendenza del Paese.

La nuova, magnificente costruzione progettata dall’architetto Igor Franić rappresenta la prima istituzione culturale di spessore che valica la Sava, e permetterà la conservazione e l'esposizione del materiale raccolto, ma anche le condizioni per lo sviluppo di diversi programmi, di sale di lettura, di gruppi di lavoro educativi, di proiezioni di film e di rappresentazioni teatrali con le quali essa desidera raggiungere il pubblico più ampio possibile e di fare di questa parte di città il nuovo centro culturale di Zagreb e un luogo di incontri famigliari, di divertimento e di occasione per fare nuove conoscenze.

La superficie complessiva del museo è di 14.500 metri quadrati, dei quali 3.500 metri quadrati sono destinati a una mostra permanente, 1500 metri quadrati a mostre temporanee. Vi sono 700 metri quadrati dedicate a mostre anche sul tetto. Nei locali del museo vi sono una sala multimediale, una biblioteca, una sala pedagogica, un negozio del museo con libreria, un bar, un ristorante, appartamenti per gli artisti ospitati e conservatori di musei nonché un atrio di 725 metri quadrati.

Dopo più di cinquant’anni di paziente raccolta, elaborazione e presentazione di parti del patrimonio del museo, la prima mostra con la quale il museo si è presentato al pubblico è stata la mostra permanente dal titolo “Zbirke u pokretu” (“Collezioni in movimento”).  La seconda grande mostra sono le Acquisizioni 2004-2009, e i visitatori hanno potuto visitare anche la mostra “Il Museo prima del Museo”, una scelta di fotografie di Jasenko Rasol che con il suo obiettivo ha accompagnato la costruzione dell’edificio del museo.

Le opere artistiche di autori croati e stranieri che si trovano nelle mostre del MAC testimoniano di diversi stili ed espressioni quali l’espressionismo astratto, le astrazioni geometriche e liriche, l’art informel, il minimalismo, il proto-concettualismo, la pittura analitica e primaria, i fluxus, l’arte concettuale, la pittura del campo colorato, l’arte ottica, la transavanguardia … riverberando la missione del Museo, il cui nucleo è stato quello di accompagnare i nuovi fenomeni artistici.

Nei suoi locali il MAC contiene alcune mostre – di pittura, scultura, disegno, grafica, manifesti e lavori sulla carta, fotografie, film e video nonché la mostra sulle arti mediatiche. Il Museo gestisce e si occupa della mostra Richter che conta 182 opere, della mostra di Josip Seissl che include 1358 opere, della mostra di Benko Horvat con 611 opere, dell’archivio di Toše Dabac che conta 200.000 unità inventariali, mentre la mostra di Ivan Kožarić ha 6000 lavori.

Gli spazi del museo sono stati arricchiti anche da alcune installazioni, quali il “Tobogan” (“Scivolo”) dell’artista di fama mondiale Carsten Höller, gli “Oči pročišćenja” (“Occhi della purificazione”) dell'artista polacco Miroslaw Balke, mentre sulla terrazza del tetto è stato installato l' “Umjetnik pri radu” (“L'artista al lavoro”) di Dalibor Martinis, e davanti al museo gli “Okviri” (“Cornici”) di Ivan Franke, Lee Pelivan e Tomo Plejić. Sul tetto è stata posta l’installazione “Bojno polje” (“Campo di battaglia”) di Ivan Božičević, e nel negozio del museo l' “Alkemijski poliptih” (“Polittico alchemico”) di Silvio Vujičić.

Il programma del museo nel 2010 sarà caratterizzato dalle seguenti mostre: Par lijepih cipela – Reality Check u istočnoj Europi (“Un paio di belle scarpe – Reality Check nell’Europa orientale”), la mostra indipendente di Danica Dakić, la mostra indipendente di Aleksandar Srnec, il progetto di Gilbert & George, opere dalle collezioni FRAC, la mostra di Zlatko Kopljar, nonché il lascito Murtić.
Il MAC di Zagreb è stato fondato nel dicembre del 1954 ed è subito diventato un luogo di riferimento sulla mappa culturale della città, e rapidamente anche dell’Europa e al di fuori di essa. L’intenzione di ampliare il Museo d’arte contemporanea sussiste già dagli anni sessanta, anzitutto per il significato nazionale e internazionale delle collezioni che si sono conservate in condizioni non idonee e non erano accessibili al pubblico nella loro interezza.

In occasione della gara internazionale del 1999 ha vinto il progetto dell’architetto Igor Franić. La costruzione dell’edificio è iniziata nel 2003 ed è stata aiutata da un finanziamento comune della città di Zagreb e del Ministero della Cultura.

Ufficio Turistico della città di Zagreb
www.zagreb-touristinfo.hr

Museo d’arte contemporanea
www.msu.hr
 
 

Cookie policy

In order to provide you the best experience of our site, and to make the site work properly, this site saves on your computer a small amount of information (cookies). By using the site www.croatia.hr, you agree to the use of cookies. By blocking cookies, you can still browse the site, but some of its functionality will not be available to you.

What is a cookie?

A cookie is information stored on your computer by the website you visit. Cookies allow the website to display information that is tailored to your needs. They usually store your settings and preferences for the website, such as preferred language, e-mail address or password. Later, when you re-open the same website, the browser sends back cookies that belong to this site.

Also, they make it possible for us to measure the number of visitors and sources of traffic on our website, and as a result, we are able to improve the performance of our site.

All the information collected by the cookies, is accumulated and stays anonymous. This information allows us to monitor the effectiveness of the websites and is not shared with any other parties.

All this information can be saved only if you enable it - websites cannot get access to the information that you have not given them, and they cannot access other data on your computer.

Disabling cookies

By turning off cookies, you decide whether you want to allow the storage of cookies on your computer. Cookies settings can be controlled and configurated in your web browser. If you disable cookies, you will not be able to use some of the functionality on our website.

More about cookies can be found here:

HTTP cookie
Cookies