Il Mediterraneo com' era una volta COSÌ BELLA, COSÌ VICINA
Ricerca
 
Zadar – I galeotti del 21° secolo
Uno dei simboli di Zadar (Zara), città dall’eccezionale storia trimillenaria, dal ricco patrimonio storico e bellezze straordinarie, sono sicuramente i suoi barcaioli (lat. barcatores), che dal Trecento con piccole barche collegano le due sponde del porto cittadino in tutte le condizioni meteorologiche, risparmiando così tempo prezioso ai loro fedeli concittadini.

La tradizione dei barcaioli risale al Medio Evo quando il comune di Zara affidò ad alcuni suoi cittadini il diritto di prestare servizi di trasporto nel porto cittadino con le barche di proprietà dietro un compenso prestabilito. Oggi con le barche di caratteristico color rosso, che di recente sono diventate il simbolo souvenir della città, collegano le due sponde del porto remando in piedi come i gondolieri veneziani. Sebbene il tratto sia lungo 71 metri (vale a dire “corto”) e si attraversa a remi in un minuto e mezzo, la corsa con i barcaioli rappresenta un’attrazione turistica da non perdere, perciò sono rari i turisti che si lasciano scappare l’occasione di prendere questa insolita barca a remi con i galeotti del 21° secolo.

Oggi sono rimasti pochi barcaioli mentre nel passato il massimo numero si è raggiunto nel periodo della Prima Guerra Mondiale quando erano addirittura 21. Allora anche due donne portavano le barche mentre i loro uomini combattevano.

L’attività di barcaioli è una tradizione familiare che si tramanda per generazioni da padre a figlio e si è preservata nonostante le sfide dei tempi moderni. Oltre ai turisti, il servizio dei barcaioli è usato da studenti, corrieri, commercianti e da tutti colori che devono recarsi nel centro diverse volte al giorno. Prendendo la barca uno risparmia quasi quindici minuti, che di solito ci vogliono per arrivarci a piedi, attraverso il ponte che collega la penisola zaratina con il resto della città.

Il primo cittadino, per dimostrare la gratitudine della cittadinanza ai suoi barcaioli, da trenta anni in occasione del Capodanno ospita i barcaioli, mentre da otto anni viene riconosciuta anche una sovvenzione per la loro attività.

Due anni fa è stato realizzato un documentario sui barcaioli intitolato “I barcaioli zaratini” della regista e scenografa Tanje Kanceljak.

Turistička zajednica Zadarske županije
www.zadar.hr

Turistička zajednica grada Zadra
www.tzzadar.hr
 
 

Cookie policy

In order to provide you the best experience of our site, and to make the site work properly, this site saves on your computer a small amount of information (cookies). By using the site www.croatia.hr, you agree to the use of cookies. By blocking cookies, you can still browse the site, but some of its functionality will not be available to you.

What is a cookie?

A cookie is information stored on your computer by the website you visit. Cookies allow the website to display information that is tailored to your needs. They usually store your settings and preferences for the website, such as preferred language, e-mail address or password. Later, when you re-open the same website, the browser sends back cookies that belong to this site.

Also, they make it possible for us to measure the number of visitors and sources of traffic on our website, and as a result, we are able to improve the performance of our site.

All the information collected by the cookies, is accumulated and stays anonymous. This information allows us to monitor the effectiveness of the websites and is not shared with any other parties.

All this information can be saved only if you enable it - websites cannot get access to the information that you have not given them, and they cannot access other data on your computer.

Disabling cookies

By turning off cookies, you decide whether you want to allow the storage of cookies on your computer. Cookies settings can be controlled and configurated in your web browser. If you disable cookies, you will not be able to use some of the functionality on our website.

More about cookies can be found here:

HTTP cookie
Cookies