Il Mediterraneo com' era una volta COSÌ BELLA, COSÌ VICINA
Ricerca
 
Speleologia
1. Velebit
Il monte Velebit è un paradiso per i speleologi, e dopo la scoperta della cavità di Luka, che con i suoi 1393 metri di profondità è posizionata tra le prima venti cavità al mondo, diventa sempre più interessante anche alle numerose spedizioni straniere. Il motivo di questo interessamento sono numerose cavità, non ancora abbastanza esplorate e anche la probabilità che ci siano delle cavità da scoprire. Qui si trova la cavità, scoperta di recente con lo sviluppo verticale più lungo del mondo (oltre i 500 metri), poi vi è Slovačka jama, ecc. Oltre agli appositi campeggi, la sistemazione si può trovare nella casa della montagna sul Zavižan, o in alcuni rifugi della montagna.

Nazionali park (Parco Nazionale) Sjeverni Velebit
www.np-sjeverni-velebit.hr


2. Istria
A differenza del Velebit, in Istria le grotte e le cavità sono già “esplorate”, ma questo non significa che non siano interessanti. Le grotte istriane sono calde con molte decorazioni e abbastanza esigenti, e perciò, durante l’esplorazione delle cavità e delle grotte istriane, conviene essere accompagnati da una guida esperta. Visitando le gallerie e le sale sotterranee, le concrezioni calcaree, le sezioni acquatiche, i laghi, i depositi di calcite, l’esploratore ne rimarrà entusiasta. Nelle grotte e nelle cavità, oltre alle bellezze naturali, si trova anche una fora e fauna variegata (pesci, rane, ghiri, granchi, pipistrelli) e il più interessante è il proteo, una specie endemica che vive solo in queste zone carsiche.

La Grotta di Pisino (Pazin) gode di una fama mondiale grazie al romanzo del leggendario Jules Verne «Mathias Sandorf» in cui è stata descritta. Fino ad oggi sono state scoperte circa 1500 cavità e ogni anno se ne scoprono una decina di nuove.  Ćićarija a nord dell’Istria è una sezione carsica particolare dove si trova la cavità istriana più profonda, l’abisso Rašpor, profondo 361 metri.

Nei pressi della cittadina di Roča si trovano gli abissi Krkuž e Gragorinčić. La grotta più lunga in flysch (roccia sedimentaria) è Piskovica nella parte centrale della penisola, i 1 036 metri di lunghezza. Nelle vicinanze c’è anche Marfanska jama profonda 273 metri che con i suoi 2 045 metri di gallerie esplorate è la più lunga dell’Istria.

La sala sotterranea più grande appartiene alla Batluška jama, è lunga 200 metri, larga 150 metri e alta 60 metri.  L’area a nordovest è caratterizzata da una serie di abissi nella zona del contatto dei depositi di flysch e di calcare. È molto pittoresco l’abisso, profondo 231 metri, nelle vicinanze di Šterna, che diventa particolarmente bello nei periodi delle piogge a causa delle quali si crea una bellissima cascata che nel fondo forma un piccolo lago. Nelle vicinanze è anche un antico mulino abbandonato.

È specialmente interessante la zona carsica dell’Istria occidentale coperta di terra rossa e perciò le stalagmiti, le stalattiti e i cristalli sono spesso rossi.  Oltre gli abissi, le foibe, le cavità anche le grotte sono delle località speleologiche molto interessanti. Per la loro accessibilità, il soggiorno dell’uomo e degli animali in esse risale ad un passato molto lontano, il che significa che molte di queste grotte, dal punto di vista archeologico e paleontologico sono interessantissime: Šandalja, Vergotinova, Romualdova, Trogrla… sono solo alcune di esse.

Ente Turistico della Regione istriana
www.istra.hr


3. Biokovo
La cavità più profonda del Biokovo è Amfora, profonda 778 metri. L’ambiente del Biokovo, aspro e impressionante, è caratterizzato dalle cavità secche, anche se su alcuni punti in mezzo all’estate si può scalare sul ghiaccio. Si raccomanda di cercare l’aiuto di una guida.

Park prirode (Parco Naturale) Biokovo
www.biokovo.com


4. Lika
Dal punto di vista speleologico Lika è una regione molto interessante, perché ha molti abissi, sorgenti e zone da grandi potenzialità inesplorate. Le cavità più interessanti sono Punar a Luka e Munižaba nei pressi di Gračac, nonché Đula Medvednica sotto Ogulin. Si tratta della cavità più lunga della Croazia con più di sedici chilometri di gallerie che formano un labirinto in cui è facile perdersi.

Ente Turistico della Regione della Lika e di Segna
www.lickosenjska.com


Attenzione: Tutte le grotte, le cavità e gli abissi sopramenzionati non sono adatti alle visite turistiche e sono accessibili solamente agli speleologi esperti che fanno parte delle spedizioni approvate. Le visite, le esplorazioni come anche tutte le altre attività nelle strutture speleologiche sono possibili solamente col permesso del Ministero competente e con il permesso delle Istituzioni sotto la cui giurisdizione si trovano queste strutture.


I turisti “comuni” sulla strada verso Spalato o Zara dovrebbero fermarsi a visitare Cerovačke špilje (le Grotte di Cerovac) vicino a Gračac e la grotta Manita peć nella Paklenica, aperte per i turisti. La prima grotta “turistica” è Modra špilja sull’isola di Biševo.

Bellissima e emozionante è anche Lokvarka nei pressi di Lokve, in Gorski Kotar, mentre la grotta più avventurosa con la concessione turistica è Modrič špilja a Rovanjska, vicino al ponte di Maslenica. Se volete visitare alcune delle grotte più belle della Croazia, visitate la regione di Karlovac, che anche la culla dello speleoturismo croato.

Le Baračeve špilje (le Grotte di Barač), vicino a Nova Kršlja (Rakovica), note per i suoi bellissimi depositi di calcite, sono le prime grotte aperte ai turisti già nel lontano 1892 in Croazia. Sulla strada per i Laghi di Plitvice i turisti di una volta si fermavano con le loro carrozze a visitarle.
 
 

Cookie policy

In order to provide you the best experience of our site, and to make the site work properly, this site saves on your computer a small amount of information (cookies). By using the site www.croatia.hr, you agree to the use of cookies. By blocking cookies, you can still browse the site, but some of its functionality will not be available to you.

What is a cookie?

A cookie is information stored on your computer by the website you visit. Cookies allow the website to display information that is tailored to your needs. They usually store your settings and preferences for the website, such as preferred language, e-mail address or password. Later, when you re-open the same website, the browser sends back cookies that belong to this site.

Also, they make it possible for us to measure the number of visitors and sources of traffic on our website, and as a result, we are able to improve the performance of our site.

All the information collected by the cookies, is accumulated and stays anonymous. This information allows us to monitor the effectiveness of the websites and is not shared with any other parties.

All this information can be saved only if you enable it - websites cannot get access to the information that you have not given them, and they cannot access other data on your computer.

Disabling cookies

By turning off cookies, you decide whether you want to allow the storage of cookies on your computer. Cookies settings can be controlled and configurated in your web browser. If you disable cookies, you will not be able to use some of the functionality on our website.

More about cookies can be found here:

HTTP cookie
Cookies