Il Mediterraneo com' era una volta COSÌ BELLA, COSÌ VICINA
Ricerca
Homepage Ufficio di rappresentanza Italia Press Newsletter I turisti sono sempre più interessati al safari subacqueo  
 
I turisti sono sempre più interessati al safari subacqueo
Negli ultimi anni il safari subacqueo è una forma del turismo sempre più in moda e la Croazia con il suo affascinante fondo sottomarino e la costa orientale dell'Adriatico frastagliata può avere molto da offrire. La costa croata ha finora attirato per lo più appassionati di nautica, e solo negli ultimi anni si è sviluppato anche il nuoto subacqueo.

La Croazia è il quarto paese in Europa per il numero di reperti archeologici subacquei. Secondo il Ministero della Cultura, nel mare croato ci sono circa 400 siti archeologici subacquei, di cui i 200 provengono da un periodo che va dalla preistoria alla nuova era, e i reperti più recenti sono della seconda guerra mondiale. Il Ministero ha protetto 92 siti proclamandoli beni culturali, nove dei quali sono protetti con la rete metallica.

Nel fondo sottomarino croato si possono fare immersioni solo in gruppi organizzati, non individualmente. Il Ministero per il periodo dal 2009 al 2013 ha rilasciato 25 concessioni per l'organizzazione delle attività subacquee in località protette; si tratta di quattro zone archeologiche subacquee intorno all'isola di Mljet, Lastovo e Vis e nella zona di Cavtat. In queste zone si trovano 35 siti, e ci sono altri sei fuori delle dette località.

Lungo la costa settentrionale dell'isola Kaprije nell’arcipelago di Šibenik c’è un affascinante relitto ben conservato della nave di ferro della seconda guerra mondiale, "Francesca da Rimini", silurata e affondata dall'esercito degli alleati nel marzo del 1944 mentre era camuffato e ancorato. Si tratta di una nave di 42 metri di lunghezza e 12 metri di larghezza, con tre alberi ben conservati. Il relitto è stato scoperto solo nel 1994. La nave, prima della seconda guerra mondiale era di proprietà di due fratelli dell’isola di Ist e gli serviva per commercio. All'inizio della guerra, della nave si servivano gli italiani per il trasporto delle merci militari tra le coste croata e italiana. Dopo la resa dell'Italia, nel settembre del 1943, la presero i tedeschi i quali la usavano per lo stesso scopo.

Nelle vicinanze dell'isola di Kaprije ci sono interessanti grotte e gli scogli subacquei, mete molto attraenti per gli amanti del mondo sottomarino. Si stima che nella parte croata dell'Adriatico si immergono circa 150.000 subacquei all'anno. Certamente, il relitto più famoso della costa adriatica croata è "Barun Gautch", la nave da passeggeri austro-ungarica della prima guerra mondiale che fu affondata da una mina marina nelle acque di fronte a Rovigno nel 1914.

La nave è lunga 84 e larga 11 metri, ed affondò a una profondità dal 28 al 40 metri. Anche questo relitto è protetto dal Ministero della Cultura e può essere visitato solamente dai gruppi appartenenti a un centro immersioni autorizzato. Nel fondo sottomarino di Kvarnero i subacquei visitano volentieri il relitto della nave mercantile italiana "Lina" in prossimità di Cres, la nave da carico "Tihany" vicino all’isola di Unije e la nave da carico greca "Peltastis", affondata lungo la costa di Krka.

Nel fondo sottomarino di Spalato ci sono i relitti più interessanti. Nelle vicinanze dell’isola di Mali Barjak è affondata la nave da carico "Teti". La nave è in posizione verticale ed è un motivo frequente per le riprese. Nel 1941 vicino all’isola di Hvar, la posamine "Ursus", che trascinò con se il pontone di artiglieria galleggiante, fu colpita da un sommergibile britannico. In una profondità ideale lungo la penisola Pelješac si trova il relitto della torpediniera tedesca S-57, considerato uno dei più interessanti relitti per il safari subacquei. Nel fondo sottomarino di Dubrovnik ci sono anche numerosi relitti, ma anche le pareti sottomarine e le scogliere.

Ministero del Turismo
www.mint.hr
 
 

Cookie policy

In order to provide you the best experience of our site, and to make the site work properly, this site saves on your computer a small amount of information (cookies). By using the site www.croatia.hr, you agree to the use of cookies. By blocking cookies, you can still browse the site, but some of its functionality will not be available to you.

What is a cookie?

A cookie is information stored on your computer by the website you visit. Cookies allow the website to display information that is tailored to your needs. They usually store your settings and preferences for the website, such as preferred language, e-mail address or password. Later, when you re-open the same website, the browser sends back cookies that belong to this site.

Also, they make it possible for us to measure the number of visitors and sources of traffic on our website, and as a result, we are able to improve the performance of our site.

All the information collected by the cookies, is accumulated and stays anonymous. This information allows us to monitor the effectiveness of the websites and is not shared with any other parties.

All this information can be saved only if you enable it - websites cannot get access to the information that you have not given them, and they cannot access other data on your computer.

Disabling cookies

By turning off cookies, you decide whether you want to allow the storage of cookies on your computer. Cookies settings can be controlled and configurated in your web browser. If you disable cookies, you will not be able to use some of the functionality on our website.

More about cookies can be found here:

HTTP cookie
Cookies