Il Mediterraneo com' era una volta COSÌ BELLA, COSÌ VICINA
Ricerca
 

Isola di Brač

Isola di Brač
La più alta isola dell'Adriatico e la più grande della Dalmazia, Brač (Brazza), servita dagli ottimi collegamenti marittimi con Split (Spalato), attira un gran numero dei visitatori con le sue diversità, la docile frastagliata costa e l'aspro paesaggio dell'entroterra isolano. Una volta isola di contadini, allevatori di bestiame, pescatori e tagliatori di pietra, oggi è rivolta verso l'industria turistica, pur senza rinunciare alla sua tradizione.

Il più famoso simbolo turistico di Brač è sicuramente la spiaggia Zlatni rat (Promontorio d'Oro) a Bol. Tutta l'isola abbonda di splendide spiagge (Banj, Bili rat, Lovrečina, Gumonca, Likva, Bunta, Mala Lozna, Lovrečina, Murvica, Luka) e baie, mentre l'azzurro mare cristallino, la specifica offerta gastronomica e l'ospitalità della gente locale la rendono amabile tra i turisti che la visitano di anno in anno sempre in numero più elevato. Brač è l’ideale per una vacanza con la famiglia, ma anche coloro che desiderano le esperienze estreme vi si troveranno a proprio agio. L'interno dell'isola, invece, offre una dimensione completamente diversa: il ricco patrimonio storico – culturale.

Gli amanti del windsurf trovano le postazioni ideali a Bol, Supetar e Povlja. Il ciclismo si pratica su diverse piste ciclabili che attraversano i meravigliosi paesaggi e la salita della Vidova gora, riservata a coloro che godono della condizione atletica, sarà appagata da un panorama mozzafiato su Bol e la sua spiaggia di fama mondiale: Zlatni rat.

La vita notturna di Brač è molto ricca e movimentata, soprattutto a Supetar: Havanna club, Benny's bar, Thriller Night Club e Paparazzo bar.

Le località sull'isola di Brač

Supetar

L'anima del più grande paese isolano è rappresentata dalla riva e dalla piazza di fronte alla chiesa parrocchiale dell'Annunciazione di Maria Vergine risalente al Settecento, affiancata dal campanile e dalla torre dell’orologio. La chiesa fu erta sulle fondamenta della basilica di S. Pietro del VI secolo.

Bol

Oltre alla spiaggia Zlatni rat (Promontorio d'oro), agli ospiti di Bol si consiglia di visitare il Monastero dei Domenicani con il Palazzo vescovile sulla piccola penisola di Glavica, la chiesa parrocchiale della Madonna della Pietà del 1475 e la preromanica chiesetta affrescata di SS. Giovanni e Tudor risalente all’XI secolo.

Pučišća

“La capitale della pietra” dell'isola. Il paesino conta il maggior numero di cave di pietra e di case coperte da lastre di pietra bianche. Pučišća ospita la scuola per scalpellini che vanta una tradizione centenaria.

Postira

Villaggio di pescatori conosciuto per la pavimentazione ornamentale delle sue viuzze con i ciottoli e per le verdi persiane.

Povlja

Nell'abitato si trovano i resti della basilica di San Giovanni Battista del VI secolo.

Sutivan

Il paesino con alcuni palazzi nobili fortificati è dominato dal campanile della chiesa riccamente ornata dell'Assunzione della Beata Vergine Maria risalente al Cinquecento. Sulla collina sovrastante si trova il campanile e la chiesa di S. Rocco.

Milna

Esempio di un armonioso urbanismo barocco, dove spicca la chiesa parrocchiale riccamente decorata. Il porto di Milna è il più sicuro dell'isola.

Nerežišće

Vi troviamo la chiesa della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo, la più monumentale tra tutte le chiese dell'isola. L'altra curiosità è la chiesa dei SS. Pietro e Paolo, dalla cui apside cresce un pino.

Curiosità

Pustinja Blaca

L'eremo (pustinja) del Cinquecento, sui pendii sovrastanti la valle nel versante meridionale dell'isola, è il posto mitico dell'isola di Brač. L'immagine irreale del complesso monasteriale che, con i tetti coperti da lastre bianche di pietra, sembra scolpito nella roccia, lascia tutti senza fiato.

Zmajeva špilja

La grotta (špilja) sopra Murvice e i rilievi in essa presenti rappresentano le testimonianze della comunità monasteriale dei glagolitici che abitavano la grotta nel Quattrocento. Il raro esempio della prima edizione del messale croato in glagolitico risalente al 1483, oggi custodito nel Museo dei Domenicani, proviene da questa grotta. I miti slavi sulle fate, sui lupi mannari e sulle streghe, nonché i racconti su Orkomarino, gigante monocolo della grotta, sono tuttora presenti tra la gente locale.

Lovrečina

Il ricco sito archeologico, che testimonia la sviluppata economia romana di una volta, si trova vicino a Postira. Sono visibili i resti della chiesa paleocristiana con il bellissimo pozzo-battistero a forma di croce.

Monastero dei Domenicani

Fu erto nel Quattrocento sul posto precedentemente occupato dal palazzo vescovile a Bol. A Glavica si trovano i resti dell'architettura paleocristiana, ma è soprattutto la pala d'altare raffigurante la Madonna con il Bambino, uscita dalla bottega di Tintoretto, ad attirare l'attenzione dei visitatori.

Il ponte di Francesco Giuseppe

Fu costruito sulla cima del Veliki dolac (gola), dove presumibilmente una volta scorreva il fiume Elafuza.

Curiosità

La pietra di Brač

Simbolo dell'isola che la rese famosa in tutto il mondo. La pietra di Brač fu usata per la costruzione delle due perle croate sotto la tutela dell'UNESCO: il Palazzo di Diocleziano di Split (Spalato) e la Cattedrale di S. Giacomo di Šibenik (Sebenico). Per non dimenticare la Casa Bianca di Washington, il palazzo del Parlamento a Vienna e Budapest, il palazzo della Luogotenenza di Trieste e tanti altri edifici che sono stati costruiti con questa nobile pietra.

L’agnello di Brač

La carne d’agnello qui ha un sapore particolare grazie ai pascoli ricchi di erbe aromatiche mischiate con la salsedine.

Škrip

Il villaggio più vecchio dell'isola, dove tra i punti d'interesse spiccano la chiesa parrocchiale di Sant'Elena del Settecento e il castello Cerinić risalente al Cinquecento.

Le statue degli uomini illustri

Situate a Selca, paesino in cui fu erto nel 1911 il primo monumento allo scrittore russo Lev Nikolaevič Tolstòj.

Ente per la promozione turistica della Contea di Split e della Dalmazia
www.dalmatia.hr

Ente per la promozione turistica del Comune di Bol
www.bol.hr

 
 

Cookie policy

In order to provide you the best experience of our site, and to make the site work properly, this site saves on your computer a small amount of information (cookies). By using the site www.croatia.hr, you agree to the use of cookies. By blocking cookies, you can still browse the site, but some of its functionality will not be available to you.

What is a cookie?

A cookie is information stored on your computer by the website you visit. Cookies allow the website to display information that is tailored to your needs. They usually store your settings and preferences for the website, such as preferred language, e-mail address or password. Later, when you re-open the same website, the browser sends back cookies that belong to this site.

Also, they make it possible for us to measure the number of visitors and sources of traffic on our website, and as a result, we are able to improve the performance of our site.

All the information collected by the cookies, is accumulated and stays anonymous. This information allows us to monitor the effectiveness of the websites and is not shared with any other parties.

All this information can be saved only if you enable it - websites cannot get access to the information that you have not given them, and they cannot access other data on your computer.

Disabling cookies

By turning off cookies, you decide whether you want to allow the storage of cookies on your computer. Cookies settings can be controlled and configurated in your web browser. If you disable cookies, you will not be able to use some of the functionality on our website.

More about cookies can be found here:

HTTP cookie
Cookies