Dalmazia - Dubrovnik

Il paradiso terrestre

Le mura solitamente servono a proteggere un tesoro dai malintenzionati. Ciò vale anche e soprattutto per Dubrovnik (l’antica Ragusa), dove una cinta muraria lunga 1940 metri racchiude in sé una delle città più belle del mondo. 

Grazie al suo intatto patrimonio architettonico medievale, questa “Perla dell’Adriatico” affascina e conquista da secoli sovrani e artisti d’ogni latitudine. Come resistere al suo fascino?

Ivo Pervan

Quando le parole non bastano.

Dove andare

Le vie dei vecchi capitani

Le vie dei vecchi capitani procedono per un’area di storia turbolenta e di lotte per la libertà, per un territorio nel quale sono da sempre fiorenti il commercio, la marineria e la cantieristica navale, dove si è sempre vissuto in armonia con il mare e con il fiume. Scoprite l’antica patria della marineria sulla penisola di Pelješac (Sabbioncello), detta anche “penisola dei velieri”, nel Museo del mare di Orebić, culla dei capitani di mare, oppure a Korčula, nella città natale del marinaio Marco Polo, o anche nella città d’arte di Dubrovnik, che per secoli è stata indipendente come Repubblica di Ragusa. Scoprite Ploče e Metković, dove la tradizione marinara continua nei loro porti di mare e di fiume. La natura, in quest’area, ha creato il meraviglioso paesaggio del delta del fiume Neretva (Narenta), dove entrano in contatto il fiume e il mare, la fertile pianura e la nuda roccia, il lago e la palude. Madre natura ha creato anche la bellezza senza tempo del Parco nazionale di Mljet (l’isola di Meleda) con i suoi laghetti, oltre alle rinascimentali isole Elafiti (Koločep, Lopud e Šipan) e ai dolci e variegati paesaggi di Konavle (Canali). Non vi resta, ora, che rivolgere lo sguardo al mare aperto, dove si svolsero tante cruente battaglie per difendere e preservare la libertà e verso il quale salparono, con le vele gonfie di vento, tante navi mercantili in cerca di fortuna.

1
POI image

Arcipelago di Lastovo

Delle acque di Lastovo, raggiungibili soltanto dai diportisti più esperti, godrà soprattutto la gente di mare più esigente, desiderosa di scoprire luoghi inesplorati.

2
POI image

Gli "stećci" – pietre tombali medievali

I cosiddetti "stećci" (singolare: stećak) sono delle pietre tombali medievali solitamente scolpite in pietra calcarea, di forma rettangolare, con la cima piatta o appuntita e possono trovarsi sia in posizione orizzontale che eretti.

3
POI image

La città antica di Dubrovnik

Grazie al suo passato intriso di politica e cultura, ma anche per alcuni edifici famosi in tutto il mondo, Dubrovnik è annoverata tra i beni dell’umanità sotto l’egida dell’UNESCO.

4
POI image

Mljet

Situato sul versante occidentale dell’isola di Mljet (Meleda), l’isola più verde dell’Adriatico, questo parco nazionale è famoso per due profonde insenature (Veliko e Malo jezero), una vegetazione mediterranea rigogliosa ed eterogenea e un ricco patrimonio storico-culturale che comprende, tra l’a

5
POI image

Cavtat – il centro storico

Cavtat, cittadina di tanti palazzi, residenze nobiliari e monumenti appartenenti al suo passato romano, sorge sul tratto occidentale della costa del Konavle (Canali). I fondali del mare di Cavtat sono uno dei più ricchi siti d’anfore dell’Adriatico e del Mediterraneo.

6
POI image

Il Museo archeologico di Narona

Il passato di questa regione è ben illustrato nella città preistorica di Narona, nel villaggio di Vid a due passi da Metković.

7
POI image

Il trono di spade - Approdo del Re

Crediamo sia difficile trovare nel mondo intero un’ambientazione migliore della meravigliosa Dubrovnik (Ragusa) dove sia possibile ricostruire la capitale dei Sette regni.

8
POI image

Il Trono di Spade - Approdo del Re, Eyrie (Ston)

L’Approdo del Re infondeva timore reverenziale nei suoi nemici con l’imponenza delle sue mura, sulle quali sono andate in frantumi anche le maggiori flotte e davanti alle quali hanno desistito le armate più tenaci e bellicose dei Sette regni.

9
POI image

Il Trono di Spade - Qarth (Isola di Lokrum/Lacròma)

A differenza di Daenerys Targaryen, che ha dovuto viaggiare giorni e giorni per raggiungere la città mercantile di Qarth dove era intenzionata a cercare alleati, a voi, per raggiungere l’isola di Lokrum (Lacròma), basteranno dieci minuti circa a bordo di una barchetta.

11
POI image

Konavle (Canali) – Estremo sud della Croazia

Konavle si trova all'estremo sud della Croazia, nella porzione sud-orientale dell'attuale riviera di Dubrovnik, e si tratta di un territorio acquistato nel XV secolo con il quale la Repubblica Ragusea tracciò il proprio territorio. 

12
POI image

Korčula – la città di Marco Polo

Korčula (Curzola), una delle cittadine medievali meglio conservate del Mediterraneo, è da sempre il cuore dell’omonima isola. Città natale di Marco Polo, vanta un patrimonio storico, architettonico e culturale davvero invidiabile. 

13
POI image

La Grotta d’Ulisse

Per coloro che preferiscono stare sotto il mare il mondo subaqueo croato, oltre alla flora e fauna, nasconde ricchezze incredibili storiche perche il traffico marittimo si svolge già dai tempi dell'antica Grecia, pù di 4 000 anni.

14
POI image

La spiaggia di Pasjača

Questa spiaggia piccola e difficilmente raggiungibile, bagnata da un mare turchese sul quale si riflette il grigio delle nude pareti rocciose dei Konavle, è piena di meravigliosi punti panoramici molto fotogenici.

15
POI image

La spiaggia di Saplunara

L’area di Saplunara è protetta come bene paesaggistico. Anche per questo motivo, è un vero e proprio paradiso per chi ama la natura, la pace e il silenzio.

16
POI image

La spiaggia di Šunj

La spiaggia di Šunj si trova sul versante meridionale dell’isola di Lopud (Isola di Mezzo) ed è anche la spiaggia di sabbia più nota della riviera di Dubrovnik.

17
POI image

La Vela špilja (grotta)

Nel pendio meridionale del monte Pinski rat è stato scoperto un sito archeologico, Vela špilja (Caverna grande), che testimonia la presenza dell'uomo in questa località già nell'epoca preistorica.

18
POI image

Le mura di Ston

Questo complesso fortificato del XIV secolo è unico per la sua lunghezza (5,5 km) e per la sua imponenza, oltre che per la bellezza delle sue strutture difensive e l’eleganza del suo aspetto architettonico.

19
POI image

Le spiagge dell’isola di Lokrum

Per evitare le temperature estive e le spiagge affollate, consigliamo l’isola di Lokrum (Lacroma) e il piacere di prendere il sole o fare un bagno su una delle sue spiagge; in alternativa, semplicemente il fresco delle sue fitte pinete.

20
POI image

Neretva / Baćinska jezera (Narenta / Laghi di Baćina)

La Neretva (Narenta) è uno di quei fiumi che, con la sua abbondanza e la sua forza, incute timore reverenziale ovunque ci si trovi ad ammirarlo, in particolare presso la sua foce che è, in realtà, l'unico delta di quest'area.

Hrvoje Serdar

Una città al cospetto della quale non si può restare indifferenti

Dubrovnik un tempo era una delle più piccole, ma più rilevanti repubbliche mercantili—marinare del Mediterraneo, come testimoniano le oltre ottanta rappresentanze consolari che aveva nelle altre città ai tempi del suo massimo splendore e la sua flotta di circa settecento velieri, quasi paragonabile a quella della Serenissima. Protetta dal suo celeste patrono, San Biagio, e con il suo famoso vessillo ‘Libertas’ che sventola dall’alto della colonna sormontata dal leggendario cavaliere Orlando, Dubrovnik è una città ricca di storia: per apprenderla, sarà sufficiente passeggiare per la sua via principale, Placa, detta lo Stradun, lastricato di pietra bianca levigatasi col tempo. Le famose mura di questa città, con grandiose torri e bastioni, vi regaleranno la vista su Šipan, Lopud e Koločep, le magiche isole Elafiti, sparpagliate come perle sull’azzurro del mare. Il nome dato alle cosiddette ‘Isole dei cervi’ deriva dalla parola greca ‘Elaphos’ che significa, appunto, ‘cervo’. Questo gruppo di isole e isolette, sulle quali una volta dimorava questa nobile selvaggina, è espressione di natura incontaminata; qui crescono fitti boschi di pini, uliveti che circondano meravigliose spiagge di sabbia e, in generale, una vegetazione subtropicale.

Tra il patrimonio culturale ricordiamo la fontana d’Onofrio, il Palazzo Sponza con i suoi eleganti ornamenti in stile gotico — rinascimentale, il famoso Palazzo del Rettore, la chiesa barocca di San Biagio, la Cattedrale dell’Assunzione di Maria, o ancora la Chiesa di Sant’Ignazio con il suo rinomato istituto scolastico dei Gesuiti.
Se visiterete Dubrovnik d’estate, quando sono in corso il tradizionale ‘Festival di Dubrovnik’e la città risplende di una luce speciale, l’intero centro storico cittadino si trasformerà magicamente nello scenario di un palcoscenico unico al mondo. Non perdetevi inoltre la suggestione che l’immortale monologo di Amleto ‘Essere o non essere’ può creare nella vicina fortezza di Lovrijenac, sorta su una rupe a 37 metri a strapiombo sul mare.

Scoprite le isole ed il loro affascinante passato

Da quando Marco Polo la lasciò per andare alla scoperta di terre nuove e sconosciute, Korčula (Curzola), borgo rinascimentale sorto sui resti di un’antica colonia ellenica, crebbe progressivamente sino a diventare un importante centro urbano dalle linee regolari e tuttora ben preservate. Allineate dall’ingegnosità di un valente architetto e urbanista croato, le vie di Korčula sono una vera e propria rarità; essendo disposte a spina di pesce, infatti, d’estate queste vie sono incredibilmente fresche! Se desiderate vivere l’originale atmosfera di questa città, che il buon vento vi porti su queste rive nel mese di luglio, quando si tiene il Festival Internazionale della Canzone e del Vino, in onore del famoso marinaio, oppure il Festival delle Giostre Cavalleresche, tradizionali danze di spade in costume risalenti al XVI secolo, con la famosa rappresentazione della lotta del re bianco e del re nero.

Ivo Biočina
Un tempo la penisola di Pelješac, parte della Repubblica di Ragusa, insieme alla cinta muraria del borgo di Ston (Stagno), lunga cinque chilometri e mezzo e ancora ben preservata, costituiva un punto strategico del sistema difensivo che impediva l’irruzione nemica nella famosa Repubblica Marinara. Ristorata dalla mitezza dei venti caldi meridionali, Pelješac è conosciuta dagli amanti del buon vino quale regno del Dingač, il più apprezzato vino croato, mentre la città di Orebić, rinomato centro marittimo del XVIII secolo, oggi è una delle destinazioni predilette degli storici d’arte.

Fiera dei suoi splendidi palazzi e delle ville in pietra, sulle cui facciate risplende la ricchezza e lo sfarzo delle famiglie dei signori del mare di un tempo, e caratterizzata dai suoi stupendi giardini, nei quali crescono piante esotiche portate qui da ogni parte del mondo, Orebić ha tutte le caratteristiche per imprimersi indelebilmente nei vostri ricordi.

 

Se impressionati dal racconto di Ulisse trattenuto dalla ninfa Calipso sull’isola di Ogigia vi siete mai chiesti come fosse quest’isola, recatevi a Mljet (Meleda), nell’estremità meridionale della Croazia, e scoprirete un paesaggio che vi sembrerà preso dalle fiabe più belle. Davanti ai vostri occhi apparirà un’insenatura che sembra un lago al centro dell’isola, in mezzo al quale è ubicato un piccolo isolotto con un convento del XII secolo. Ed anche se non sarà possibile incontrarvi Calipso, quest’isola vi rapirà comunque il cuore e, forse, non vorrete più andar via!

L'influenza terapeutica dell'arte e della bellezza